TOLO TOLO

un film di Checco Zalone (Italia / 2019 / Commedia / 92')

Sabato 11 Gennaio - ore 22.00
Domenica 12 Gennaio - ore 16.00 e 20.30

Mercoledì 01 Gennaio - ore 16.00, 18.00 e 20.30
Giovedì 02 Gennaio - ore 21.00
Venerdì 03 Gennaio - ore 21.00
Sabato 04 Gennaio - ore 18.00 e 21.00
Domenica 05 Gennaio - ore 16.00, 18.00 e 20.30
Lunedì 06 Gennaio-  ore 16.00, 18.00 e 20.30

Prezzi riservati ai Soci
Intero: 6,5 euro
Ridotto: 5,5 euro (over 65 anni, under 14 anni)

Prezzi al pubblico
Intero: 7 euro 
Ridotto: 6 euro (over 65 anni, under 14 anni)

Recensione

È difficile essere Checco Zalone se ogni volta sei chiamato a battere te stesso. L’attore dopo i successi di Cado dalle nubi (2009), Che bella giornata (2011) E Sole a catinelle (2013), Quo vado? (2016), con cui ha complessivamente incassato in Italia circa 170, torna nelle sale il primo gennaio del 2020 con la sua ultima fatica dal titolo Tolo Tolo.

Checco Zalone, nome d’arte del barese Luca Pasquale Medici, nonostante spesso si diverta a sminuire la sua cultura e preparazione ha conseguito la maturità scientifica ed è laureato in Giurisprudenza. Oltre all’attività di attore comico bisogna ricordare che ha già pubblicato diversi album tanto che anche la colonna sonora del suo nuovo film, Tolo Tolo, è stata realizzata da lui a cominciare dalla canzone “Se t’immigra dentro il cuore” come ha raccontato in un’anticipazione.

Tolo Tolo è la prima prova anche registica di Checco Zalone che nelle sue precedenti opere aveva a fianco come sceneggiatore oltre che come regista Gennaro Nunziante. Invece per questa nuova avventura, che ha scritto insieme al regista Paolo Virzì, lo troviamo davanti (come attore) e dietro la macchina da presa. E non deve essere stato facile viste le difficoltà che è stato necessario superare: dal numero di comparse straordinariamente grande, oltre il centinaio, ai numerosi set allestiti. Infatti il film è stato girato partendo dall’Italia da Roma a Bari fino a Trieste (dove è stato dato l’ultimo ciak), per approdare a Malta e poi in Kenia passando dal Marocco.


Quello che è certo è l’assoluto riserbo tenuto sulla trama che dovrebbe raccontare secondo alcune indiscrezioni di un comico partenopeo costretto per le minacce di un boss della malavita a rifugiarsi in Africa. Nel suo peregrinare Checco dovrebbe essere affiancato da un Carabiniere con cui stringerà un rapporto di amicizia. Lo stesso titolo del film, Tolo Tolo, dovrebbe far riferimento ad un’espressione di un bambino incontrato in Africa dal personaggio principale che pronuncia con difficoltà il suo nome.